Principia Sgr investe nell’elettro-ottica di CrestOptics

Il fondo Principia III – Health, gestito da Principia sgr, ha investito 5 milioni di euro nel capitale di CrestOptics spa, azienda high-tech fondata nel 2012, specializzata nella ricerca e sviluppo sperimentale, nel campo delle tecnologie elettro-ottiche applicate alla biologia e alle scienze dei materiali.

Fondata nel 2012 da Vincenzo Ricco, Andrea Latini e Franco Fazioli, Crest Optics ha incassato nel giugno 2013 un finanziamento di 400 mila euro dall’allora Filas (oggi Lazio Innova, attraverso il Fondo Por Fesr I.3 della Regione Lazio) e da Aldabra Capital per il 35% del capitale.

Nello specifico, la società è attiva nella progettazione, produzione, distribuzione e integrazione di apparati ottici ed elettro-ottici ad altissima risoluzione, per finalità industriali, scientifiche e diagnostiche. Attualmente la linea di prodotti X-Light consente di trasformare un microscopio standard in un microscopio confocale avanzato. I risultati della continua attività di R&D svolta in collaborazione con il Laboratorio Congiunto IIT (Istituto Italiano di Tecnologia), stanno portando a progressi significativi nell’utilizzo di questa tecnologia anche nel campo della diagnostica, con particolare riferimento alle applicazioni per la diagnosi precoce di patologie neurodegenerative e tumorali.

Grazie al supporto di Principia sgr, l’azienda punta sia allo sviluppo dei prodotti attuali di microscopia avanzata che al finanziamento di nuove attività di R&D nel campo della diagnosi precoce delle più importanti patologie neurodegenerative e tumorali.

Nell’ambito dell’operazione Principia sgr è stata assistita dallo studio Watson Farley & Williams. I soci di CrestOptics sono stati assistiti da Akran Intellectual Property, da Musumeci Altara Desana e Associati e da VFGS Avvocati Associati.